Pacciamatura ecologica, come farla e perché è importante

 

La pratica della pacciamatura consiste nell'utilizzare diversi materiali per coprire il terreno in cui crescono le nostre piante. Se si utilizzano prodotti organici come la paglia o i residui vegetali, la pacciamatura diventa ecologica e biodegradabile, a differenza dei teloni in plastica che spesso non si decompongono.

Questa tecnica riproduce ciò che accade in natura, dove il terreno è sempre coperto da piante, fogliame o aghi. Infatti, un terreno privo di copertura è più vulnerabile agli agenti atmosferici e si secca più facilmente al sole e al vento. Questo causa una riduzione di microrganismi animali e vegetali, che sono invece essenziali per la fertilità del suolo. Inoltre, il terreno diventa compatto e difficile da lavorare.

L'uso della pacciamatura biodegradabile permette di mantenere il terreno fresco e aerato, evitando lavori frequenti come sarchiature e zappature. Inoltre, limita la crescita delle erbe infestanti, poiché i semi delle piante spontanee non riescono a germogliare sotto la copertura. Il terreno coperto subisce anche minori sbalzi di temperatura, il che è vantaggioso soprattutto per gli ortaggi durante le fasi iniziali di crescita.

Scelta dei materiali per la pacciamatura del terreno

La scelta dei materiali per la pacciamatura del terreno dipende dalla disponibilità di materiale organico e dalle esigenze delle piante coltivate

Se si dispone di paglia, rasatura di prato o compost non ancora maturo, è possibile realizzare una buona pacciamatura a basso costo. Tuttavia, è importante che questi materiali siano ben sminuzzati prima di essere sparsi sul terreno e distribuiti in uno strato sottile. Inoltre, è necessario evitare di utilizzare materiale ancora verde che, quando si verifica una forte pioggia, può diventare compatto e impedire il passaggio dell'aria. Questo potrebbe causare il verificarsi di processi di fermentazione anziché di decomposizione, che non migliorano la fertilità del suolo, ma che possono invece causare marciumi.

È inoltre importante prestare attenzione quando si spande il materiale vivo, per evitare di coprire i solchi destinati a ricevere i semi o le piantine. Inoltre, il materiale di copertura non deve contenere semi di infestanti, né lumache o larve di insetti terricoli che potrebbero danneggiare le piante.

Se non si dispone di materiale organico, è possibile utilizzare la segatura come pacciamatura invernale per proteggere le piante delicate o da mescolare al compost o direttamente nel terreno per alleggerirlo e nutrirlo. Tuttavia, è importante tenere presente che la segatura di legna potrebbe essere acidificante se proveniente da conifere.

Tra i materiali più efficaci, le cortecce o i gusci di conifere sono le più diffuse e possono essere facilmente reperiti in commercio in sacchi dai 20 litri in su. Questi materiali sono indicati per ogni tipo di coltura ornamentale, in particolar modo per le acidofile, come le azalee, i rododendri e le camelie. Tuttavia, non sono adatti alle piante basofile e ai rosai, che preferiscono altri tipi di materiale organico, come la paglia.

Se non si dispone di materiale organico, è possibile utilizzare i teli plastici biodegradabili, come quelli in Mater-BiTM, una bioplastica derivata dal mais che svolge perfettamente la funzione di pacciamatura per un'intera stagione, prima di biodegradarsi senza inquinare.

Esiste un tipo di pacciamatura ecologica innovativa chiamata Dunweedin, ideata nel Regno Unito, che utilizza gomma granulare riciclata da pneumatici. L'azienda Dunweedin è responsabile della sua produzione e il colore della pacciamatura è naturale, ottenuto con coloranti a base d'acqua, che possono essere utilizzati per creare contrasti con l'ambiente circostante.

La pacciamatura in gomma granulare offre numerosi vantaggi, tra cui l'essere un materiale atossico al 100% ed inerte. Inoltre, mantiene la giusta umidità del terreno, impedisce lo sviluppo di erbacce, riduce le infestazioni da parassiti e lumache, ed è durevole nel tempo. La pacciamatura in gomma granulare ha anche un aspetto piacevole, specialmente se scelta in un colore simile a quello del prato.

Questo tipo di pacciamatura è perfetto per prevenire la compattazione del terreno e offre una buona traspirabilità, rendendola adatta per arbusti sia grandi che piccoli. Inoltre, può essere utilizzata per coprire aiuole, bordure e percorsi, migliorando l'aspetto estetico del giardino.

 

 

I vantaggi della pacciamatura ecologica

La pacciamatura ecologica è un'ottima soluzione per proteggere il terreno e le piante coltivate, offrendo una serie di vantaggi per la salute delle piante e del suolo. Ecco alcuni dei vantaggi principali:

  • Protegge il terreno dal freddo: la pacciamatura ecologica protegge le radici delle piante coltivate dal freddo, riparandole dai danni che il clima rigido può causare.
  • Ripara il suolo dal sole diretto: evita che il sole diretto secchi completamente il suolo, preservando la sua umidità naturale.
  • Preserva l'umidità: riduce la traspirazione del terreno, mantenendo una giusta quantità di umidità e aiutando le piante a sopravvivere anche durante periodi di siccità.
  • Riduce i parassiti: impedisce agli insetti di lasciare le loro larve nel suolo, limitando la possibilità di infestazioni da parassiti.
  • Limita la crescita delle erbe infestanti: limita la concorrenza con le piante coltivate e semplificando la manutenzione del giardino.
  • Favorisce la crescita delle piante: aiuta le piante a crescere in modo sano e robusto, fornendo loro una protezione naturale e mantenendo il terreno fertile.
  • Riduce l'uso di prodotti chimici: utilizzando la pacciamatura ecologica, è possibile ridurre l'uso di prodotti chimici per la cura delle piante, proteggendo l'ambiente e la salute umana.
  • Migliora l'estetica del giardino: può essere scelta in diversi colori, creando contrasti con l'ambiente circostante e rendendo il giardino più piacevole alla vista. 

Come applicare la pacciamatura ecologica

L'applicazione della pacciamatura ecologica è un processo semplice ma importante per garantire la salute delle piante e del terreno circostante. Ecco i passi da seguire:

  1. Il primo passo è rimuovere le erbacce e le piante morte dal terreno. Questo permette di avere una base pulita e uniforme su cui applicare la pacciamatura.
  2. Livellare il terreno intorno alle piante per garantire una distribuzione uniforme della pacciamatura e per evitare che si formino delle sacche d'aria che possono impedire la corretta respirazione delle radici.
  3. Applicare uno strato uniforme di materiale organico o inorganico sulla superficie del terreno intorno alle piante. Si può utilizzare ad esempio la pacciamatura in gomma granulare, la paglia, le foglie morte, i rametti, il compost o anche il cartone.
  4. Assicurarsi che lo strato di pacciamatura sia spesso almeno 3-5 cm. Questa è la quantità ideale per garantire una buona copertura del terreno e una protezione adeguata dalle intemperie.
  5. Mantenere la pacciamatura umida per favorire la decomposizione e il rilascio dei nutrienti nel terreno. Si consiglia di innaffiare regolarmente la pacciamatura, soprattutto nelle prime settimane dopo l'applicazione, per garantire che il materiale resti umido e si decomponga correttamente.

Seguendo questi passaggi, si potrà ottenere una pacciamatura ecologica efficace che protegge il terreno e le piante, riduce la crescita delle erbe infestanti e favorisce la salute dell'ambiente circostante.

 

Vuoi una consulenza con i nostri esperti per la gestione del tuo giardino? Contattaci

© 2024 Vivai Aprili